31 Mag

Perchè il Farina non partecipa al bando?

Finalmente è uscito il bando pubblico per assegnare gli spazi di Via San Giuseppe 180 a Cassano Valcuvia…e Il Farina non parteciperà.
Prima di spiegarne i motivi riassumiamo le puntate precedenti.
Ottobre 2012: l’amministrazione comunale previo bando pubblico affida gli stabili di via San Giuseppe all’Associazione Culturale Il Farina.
L’associazione, composta esclusivamente da volontari, gestisce per tre anni gli spazi come Circolo Arci. Tutti i fine settimana coinvolge tantissimi cittadini e cittadine di ogni provenienza, di ogni età e di ogni estrazione sociale, con concerti, cene a tema, laboratori, corsi, presentazioni di libri, incontri, giornate di baratto, mercati biologici ed artigianali, affermandosi come importante punto di riferimento culturale e sociale del territorio.
Settembre 2015: scade il contratto. A fronte di una richiesta di abbassamento dell’affitto l’amministrazione comunale di Cassano (in due incontri informali) inizialmente si dice disponibile a concordare possibili soluzioni alle difficoltà economiche dell’associazione. Alla luce di questo Il Farina organizza una grande assemblea per raccogliere fondi e trovare nuove alleanze per gestire gli spazi: partecipano più di 100 persone, volontari, rappresentanti di gruppi e associazioni del territorio che portano idee, soldi e voglia di continuare.
Si propone quindi disponibile a proseguire allo stesso affitto scalando i costi dei lavori di ristrutturazione a proprio carico.
Ottobre 2015: la giunta decide di ristrutturare lo stabile per renderlo agibile (… per 3 anni era stato lasciato inagibile?) viene chiuso il contratto con una comunicazione formale senza alcun incontro con i responsabili dell’associazione precisando che sarà aperto un nuovo bando entro il mese di marzo 2016. Non vengono chieste le chiavi e non vengono fatti i passaggi di utenze da parte dell’amministrazione.
Febbraio/aprile 2016: l’associazione Il Farina trovatasi senza riferimenti istituzionali, attraverso i giornali e i social network comunica il proprio dissenso e perplessità rispetto alle decisioni del comune al quale risponde personalmente Il sindaco Magrini dichiarando che il bando avrebbe avuto una percentuale tecnica del 75% e una economica del 25% e quindi adatto alle attività delle associazioni culturali e sociali.
Nel frattempo sono stati fatti alcuni lavori anche se non è stato precisata l’entità degli stessi e la loro utilità rispetto alla messa a norma, all’adeguamento energetico e  alle eventuali migliorie funzionali dello stabile.
1° maggio 2016: esce il bando ma il Farina non partecipa.
Perché? Perché si tratta di un bando commerciale, senza criteri culturali e solidali, tendenzialmente escludente e per niente partecipativo.
A noi sembra che il bando sia costruito per favorire un’attività pubblica di ristorazione. Non dà vantaggi ai giovani, alla produzione biologica, alla share economy, ai gruppi di acquisto, né all’economia solidale, non ha previsto alcuna progettazione partecipata e condivisa con la cittadinanza né una premialità a chi costruisce reti e collabora con più associazioni.
A questo link è possibile scaricare è il bando che è stato pubblicato: http://www.comune.cassanovalcuvia.va.it/po/mostra_news.php?id=39&area=H

Il punto sociale limita fortemente la partecipazione perché si riferisce ad attività di inserimento lavorativo che solo una cooperativa di tipo B può proporre.
Come promesso, 25 punti sono economici, ma di culturale oltre al criterio sulla tradizione (10 punti) e quello legato alle finalità del bando (10 punti) nient’altro. Di sociale solo il criterio sull’inserimento lavorativo (10 punti).
Il resto dei criteri favoriscono chi ha strutture in grado di assumere un maggior numero di persone, con cuochi e manodopera con esperienza, chi si offre di completare i lavori di ristrutturazione, chi apre lo spazio più di 3 giorni a settimana.
quindi…
economia 35 punti
lavori e ristorazione 35 punti
sociale 10 punti
cultura 25 punti
Lasciando ad ognuno onore e onere di leggersi il bando e giungere alle proprie conclusioni, chiudiamo dicendo che un’amministrazione è ovviamente libera di fare le scelte che ritiene più opportune per il proprio paese, ma dovrebbe essere sempre ed in ogni caso in grado di relazionarsi in modo diretto e trasparente con la cittadinanza con la quale si rapporta. Tutto qui. A noi pare che la giunta di Cassano Valcuvia si sia dimostrata miope. Ma sappiamo bene che le amministrazioni passano, il Farina no!

Il Collettivo Il Farina

26 Apr

GRAZIE A TUTTI!

Sono stati due giorni belle e intensi! Grazie a tutti voi che avete partecipato, grazie a chi ci ha aiutato, suonato, sostenuto…!

Seguiteci, nei prossimi giorni nuovi appuntamenti con Il Farina!Resistenza In festa 2016

24 Mar

RESISTENZA IN FESTA 2016, TUTTO IL PROGRAMMA

A5 fronteSIETE PRONTI? E’ TEMPO DI RESISTENZA IN FESTA
Il 23 e 24 aprile: due giorni di eventi a Gemonio, Area Feste
Programma: 
23 aprile dalle 16.00: writing sulla parete della palestra
dj set hiphop
– laboratorio di murales per bimbi dai 3 agli 8 anni
– 18.00: apertura stand gastronomico
– presentazione “la svastica allo stadio” con l’autore GIOVANNI CERUTTI direttore scientifico dell’Istituto Storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano-Cusio-Ossola “Piero Fornara”
– 19.30 cena
– 21.00 LIVE REGGAE
Powa flowa family (dance hall)
Faya freedom (rocksteady)
RADICI NEL CEMENTO (da Roma reggae)

24 aprile
Dalle 11.00 alle 17.30 Il Gusto della Terra V Edizione
– 11.30 aperitivo conoscitivo Gruppo d’Acquisto Solidale della Valcuvia
– 12:00 degustazione vino biodinamico Carussin (AT)
– 12.30 PRANZO RESISTENTE SU PRENOTAZIONE(Menu’ antipasto, primo, dolce.  Prenota chiamando Martina al 3396653857  entro il 20 aprile)
Dalle 15.00 spettacolo di teatro di strada
– laboratorio bimbi di giocoleria (dai 4 ai 12 anni) bande itineranti con anCOMIncium e Philia Negra
– 17.00 Presentazione libro L’EUROPA DEPORTA  di Paolo Grassi e Matteo Spertini
– 21.00 LIVE FOLK
Ropes of Sand
LITTLE CREATURES
PAN DEL DIAVOLO (da Palermo, folk)
Tutti e Trash Djs
Porta il tuo bicchiere della  birra!
Sempre: patatine, salamelle e falafel, vino bio e birra artigianale, etilometro free, artigiani e associazioni, mostra ACAD, gadget farina

08 Nov

Porca vacca… il Farina sbaracca

_MG_2558-mod

 

Martedì 3 novembre il Consiglio comunale di Cassano ha discusso il rinnovo dell’affitto degli spazi di via San Giuseppe 180 al Farina pervenendo alla decisione di non accettare la proposta di rinnovo avanzata dall’associazione, che prevedeva il mantenimento dell’attuale canone annuale di affitto (6.500 Euro) e la possibilità di scalare dallo stesso gli importi relativi ai lavori di ristrutturazione (che sarebbero stati comunque effettuati dal Farina previo accordo con l’Amministrazione comunale). Questa ipotesi, percorsa nelle scorse settimane dall’assemblea e condivisa preventivamente con alcuni membri del Consiglio e il Sindaco, era stata presentata nell’incontro pubblico del 25 ottobre raccogliendo i consensi e il supporto (anche economico) di molti privati cittadini affezionati del Farina.
Martedì sera il Consiglio si è espresso stabilendo di non procedere al rinnovo e a favore di una ristrutturazione a proprio carico dei locali, al termine della quale gli stessi verranno nuovamente affittati tramite bando pubblico.

Preso atto della decisione, l’associazione il Farina ritiene doveroso raggiungere i tanti che hanno partecipato all’incontro pubblico e che in questi giorni hanno manifestato il proprio interesse per le sorti del circolo per aggiornarli e rassicurarli. Il Farina non scompare. Chiudono i locali di Via San Giuseppe 180, ma noi procediamo! Come?

Attendiamo che il comune di Cassano pubblichi il bando per la nuova locazione, auspicando che si tratti di un bando pubblico che sostenga e privilegi attività di rilevanza sociale (destinate cioè ad attività culturali e aggregative) e non attività commerciali. Segnaliamo che i bandi che intendono premiare i contenuti piuttosto che l’offerta economica assegnano il 70% del punteggio al progetto e il 30% alla parte finanziaria e che in molte realtà (vds. Trentino Alto Adige, comune di Milano) i bandi con finalità sociali e aggregative vengono stesi attraverso procedure partecipate.
Auspichiamo altresì che i lavori di ristrutturazione, oltre a restituire uno spazio a norma, concorrano a rendere i locali più efficienti dal punto di vista energetico in ragione di evidenti motivi ambientali e di un contenimento delle spese di gestione corrente (i locali sono scarsamente isolati e il riscaldamento al momento costituisce una voce di spesa particolarmente importante).

Nel frattempo, intendiamo dare seguito ad alcune delle nostre attività (il baratto, il gusto della terra, il mercatino di Natale, la festa della Resistenza, le proposte per i bambini) proponendole in forma itinerante nelle realtà che vorranno ospitarci, per continuare a garantire la nostra presenza sul territorio e per non disperdere il patrimonio di risorse e di incontri che abbiamo costruito in questi anni di lavoro.

Il Farina non scompare, noi procediamo.
Anche in nome di un senso di responsabilità nei confronti di tutte le manifestazioni di affetto e di interesse che abbiamo ricevuto, a conferma della rilevanza aggregativa e socio-culturale del nostro progetto. Per restare aggiornati sulle nostre attività e i nostri spostamenti seguite la pagina facebook: Circolo Il Farina e il sito www.ilfarina.it.

l’assemblea del Circolo Il Farina

Cassano Valcuvia, 7 novembre 2015

17 Ott

IL FARINA CHIUDE*

IL FARINA CHIUDE.
…A meno che TU non ci dia una mano!

Se pensi che il Farina debba restare in vita.
Se i tuoi bimbi hanno sempre partecipato con gioia ai laboratori gratuiti proposti.
Se credi valga la pena continuare a produrre cultura in ValCuvia.

PARTECIPA IL 25 OTTOBRE ALLE 16 ALL’ASSEMBLEA PUBBLICA

Si parlerà del nostro futuro che è poi anche il Tuo.
La TUA presenza è importante.

Facci sapere se ci sarai, ci aiuterai ad organizzarci ma soprattutto ci darai energia per raccogliere le forze e provare a superare insieme questo momento di difficoltà!

In allegato abbiamo schematizzato la situazione attuale del Circolo Il Farina e una serie di interventi che potrebbero permettere a tutti noi di continuare a vivere il posto, a costruire insieme alternative sane, concrete e quotidiane.
Prenditi due minuti per leggere, facci sapere cosa ne pensi, parlane con gli amici, formula ipotesi, dai vita a idee, invita i parenti …

Partecipa all’assemblea del 25 e rendi concreta la tua volontà di andare avanti!

Ti aspettiamo!

I’Assemblea del Circolo Il Farina

https://www.facebook.com/events/1638584003083295/

ILFARINACHIUDEilfarina2

17 Ott

Il Gusto della Terra – Terza Edizione

Sabato 17 ottobre terza edizione del Gusto della terra!
Dalle 15 inizia il mercatino!
Hanno confermato la loro presenza: Chiara e Renato coi formaggi, Carlo con vino e salumi e frutta dalla romagna, Alo con i vini e le farine delle Valli Unite, Marina con i polli e le uova di cittiglio, i Barbafrutti con le zucche e le patate di Barasso, Pardes con la lattuga e gli ortaggi di Cavona, Salvatore con la pasta fresca del Pastificio di Gallarate, Michele con le conserve di Cardana di Besozzo, Sabrina con i saponi naturali. Tutti prodotti sani, giusti e buoni.

Laboratori per bambini e la sera….

hierbamala